Italia Bike Coast2Coast 2015

Anche quest’anno abbiamo fatto un’esperienza unica, approfittando di una settimana di ferie a inizio giugno 2015.

Un giro in MTB, collegando la costa Adriatica alla costa Tirrenica, attraversando quattro regioni dell’Italia centrale, Marche, Umbria, Lazio e Toscana.
L’attraversata italica è un’idea di Simone Frignani, camminatore, pellegrino modenese che ha progettato prima il Coast to Coast Italy a piedi poi anche in bici….noi l’abbiamo riadattata per le nostre esigenze di tempo ed abbiamo studiato un percorso di 8 tappe, media chilometrica giornaliera di 50 km per un totale di 400 km esatti, alla portata di qualsiasi persona con un minimo di allenamento che voglia cimentarsi come Coaster, ossia chi parte da un lato di una nazione per arrivare dall’altro, in questo caso dall’Adriatico al Tirreno.
Noi siamo partiti il 31 maggio da Castelfranco Emilia, con il treno regionale in direzione Ancona…non c’era il vagone trasporto bici, anche se era stato messo nella formazione del treno alla prenotazione c’è scritto treno adibito al trasporto bici, balle! Questo ha portato qualche iniziale disagio di carico e scarico delle bici, spostarle per non creare disagio ai passeggeri ecc. ecc.…e per fortuna che siamo saliti prima di Bologna dove, dato il ponte del 2 giugno, c’è stato un vero e proprio assalto alla diligenza: da tenere presente che non eravamo solo io e mia moglie, ma quest’anno avevamo un passeggero di lusso, il nostro simpatico bassotto, che era trasportato su un’apposito rimorchio appositamente creato per il trasporto cani, logicamente trainato da me, Marco….
1^ tappa
Arrivati ad Ancona, stranamente quasi in orario, siamo subito partiti alla volta dell’entroterra marchigiano, un saluto veloce all’Adriatico, una foto e via, dovevamo raggiungere Filottrano, bellissimo paesino medievale nell’appennino marchigiano, a 42 km da Ancona e patria di Scarponi, ciclista professionista (ndr)….la tappa prevede subito un forte dislivello, affrontabile ma che deve essere preso con molta cautela, alla fine vengono un totale di 875 mt di dislivello positivo in 42km che non sono pochi con tutto il trasporto bagagli, ma servono per far capire subito ai coaster che cosa li aspetta.

DSC_0327

DSC_0346
2^ tappa
Il giorno seguente, seguendo le indicazioni di Frignani, rimanendo nelle Marche abbiamo raggiunto la provincia di Macerata, arrivando a San Severino Marche percorrendo per la gran parte del percorso strade bianche e zone di campagna….molto suggestiva la campagna marchigiana in questo periodo di fine primavera per il fatto che è ancora molto verde e rigogliosa.
Qui abbiamo allungato leggermente il kilometraggio ed abbiamo fatto 46km con 700 mt di dislivello, l’ultima parte della tappa da Passo Treia a San Severino l’abbiamo affrontata tutta sulla Provinciale perché ci ha sorpreso un bell’acquazzone estivo quindi abbiamo preferito puntare subito alla destinazione…ma è possibile fare ancora un giro più ampio e vedere la vallata di San Severino molto meglio, allungando di qualche chilometro la tappa.

DSC_0355_1

DSC_0357_1
3^ tappa
Il giorno seguente ci aspettava una tappa lunga e dal dislivello molto importante, dovendo scollinare in Umbria e sorpassare Passo Cornello.
E’ una tappa lunga ed impegnativa, quindi consigliamo di partire con calma e per tempo; dopo lo scavalcamento del passo Cornello si arriva velocemente a Nocera Umbra. Tappa con un dislivello positivo di 1400 mt ed un chilometraggio di 58 km. Questa tappa è molto suggestiva si svolge prevalentemente tutta nel fondovalle, salendo progressivamente verso il passo e passando da Pioraco, paese con la prima cartiera Fabriano e da una storia millenaria, c’è da visitare il chiostro dove ora c’è la sede del comune ed il borgo.
Nel pomeriggio arriviamo a Nocera Umbra, bellissima cittadina, purtroppo il centro storico si è progressivamente svuotato dopo il terremoto del 1997, le ristrutturazioni sono completate ma nel borgo medioevale non abita quasi più nessuno.

DSC_0368_1

DSC_0382_1
4^ tappa
Partiamo da Nocera passando per la famosa fonte Flaminia, oggi la tappa prevede lo scollinamento del Monte Subasio ed il passaggio da Assisi quindi molto interessante a livello turistico e altimetrico…
La tappa da Nocera Umbra a Bevagna si sviluppa per 54 km ed un dislivello di 1000 mt praticamente si riesce a seguire tutto il percorso dei camminatori. L’arrivo ad Assisi è molto suggestivo non può mancare una sosta per qualche visita.
5^ tappa
Da Bevagna si punta a Todi e Civitella del Lago, noi per comodità e per recuperare un po’ di energie abbiamo preferito rimanere sul Lago di Corbara e fermarci a Corbara senza salire a Civitella e goderci un meritato riposo sulle sponde del Lago, tappa ancora con un dislivello impegnativo sempre sui 1000 mt ed una lunghezza di 55 km anche senza arrampicarsi a Civitella la tappa è interessante, soprattutto se passato Todi si fora e le bombolette di emergenza non funzionano…comunque a parte il piccolo inconveniente raggiunto l’alloggio ci siamo messi a riposare sul lago….e lo consigliamo vivamente a tutti i coaster biker.

DSC_0447
6^ tappa
La sesta tappa prevede lo scollinamento nel Lazio ed il raggiungimento del Lago di Bolsena, qui per recuperare abbiamo fatto il tragitto più breve, passando da Orvieto e cercando di usare le strade principale per raggiungere Bolsena. Vi accorgerete che anche usando il percorso automobilistico il guadagno di chilometri non sarà proporzionato con il dislivello che anche per questa tappa è importante superando sempre i 1000 mt per 47 chilometri complessivi…Ma Orvieto va visitata e Bolsena è dentro un cratere vulcanico da scalare e ridiscendere..quindi non c’è soluzione si sale e si ridiscende sempre.

DSC_0543
7^ tappa
Finalmente in Toscana! si è deciso di puntare subito su Pitigliano e nel pomeriggio andare a visitare le famose vie cave di tufo etrusche disseminate nei dintorni del bellissimo paesino toscano costruito completamente sul tufo e con numerose testimonianze storiche sia nel territorio sia all’interno del paese, come l’acquedotto mediceo che entra in città il castello Orsini ed appunto le vie Cave etrusche, strade completamente scavate nel tufo che sono immerse nei boschi intorno a Pitigliano, una delle più suggestive è quella dei Fratenauti. Tappa tranquilla di 32 km con 470 mt di dislivello che se si aggiungono i chilometri fatti nel pomeriggio per visitare le vie cave ed i dintorni di Pitigliano arriviamo a 41 km complessivi e 800 mt di dislivello.

DSC_0402_1

DSC_0411
8^ e ultima tappa
L’ottava tappa ed il raggiungimento del mar Tirreno è una tappa lunga, più di 60 km e frequentemente contro vento con poco dislivello a parte lo scavalcamento di Manciano e per chi vuole la salita a Capalbio ma tutto sommato una tappa da passisti…fare solo attenzione quando si attraversa l’Aurelia che taglia da nord a sud la strada che porta a Orbetello e se si sbaglia si rischia o di percorrere la SS1, strada a scorrimento veloce dove le bici non possono andare o al limite come abbiamo fatto noi di sbagliare strada e di ritrovarsi a percorrere gli ultimi chilometri lungo strade bianche che portano solo alla laguna ma non ad Orbetello, quindi occhio alle indicazioni e rimanere su strade che possono essere percorse con la bicicletta.
Esperienza bellissima che consiglio a tutti, per chi ha più tempo si può fare nei tempi e modi indicati da Frignani, per chi come noi ha la necessità di tagliare qualcosina per mancanza di tempo rimane comunque un bel viaggio in centro Italia, per scoprire posti e luoghi poco conosciuti e molto belli.

DSC_0490

Annunci

Pubblicato il 03/01/2016 su Allenamento, Benessere, Uncategorized, Viaggi in Bici. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: